Il pianeta in una stanza o dentro un chip?

Tecnologia 0 70

Da quando Google Earth è tra noi, il mondo non è più lo stesso, non c’é ombra di dubbio.

Potere viaggiare virtualmente in tutti i posti del nostro pianeta, anche i più reconditi, ingrandendo e rimpicciolendo a piacere, è qualcosa che fino a non molto tempo fa non si sarebbe neanche sognato.

mappamondo

Premesso ciò, devo dire onestamente che non mi sarei mai aspettato di rivedere un mappamondo in carne ed ossa (pensandolo ormai come oggetto desueto) e soprattutto che questa visione avesse un effetto così positivo e sorprendente su di me.

Non ne vedevo e toccavo uno da tanto tempo.

Potere avere tra le mani questo oggetto tangibile, naturalmente 3d, poterlo toccare e abbracciare, muovere da sinistra a destra e viceversa, è stato emozionante.

Questo mi induce una riflessione.

Le tecnologie digitali ci stanno stravolgendo la vita, in positivo per molti versi. Ma rimane il fatto che noi uomini siamo rimasti fisiologicamente gli stessi, i nostri sensi funzionano sempre allo stesso modo, nonostante la tecnologia.

E vedere e toccare il nostro pianeta con le mani è ancora una bella esperienza, nonostante Google Earth.

About the author / 

Salvatore Di Loro

Related Posts

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Instagram

Flickr