“Bad Coding and Designing Practices”: cose da non fare nella progettazione e sviluppo del software

Bad Coding/Designing Practices, Ingegneria del Software 0 24
Dopo più di un decennio di esperienza sul campo, ho deciso di descrivere e schematizzare alcune “cattive” pratiche (che ancora vedo utilizzare e applicare) nell’ambito della progettazione e sviluppo del software che ritengo, a ragion veduta, non efficaci per non dire “scorrette”, o comunque generatrici di problemi.

Certamente in letteratura e sulla rete non mancano contenuti che riguardano l’argomento (antipattern, etc.), ma ciò che io descriverò fa parte di una “vista” personale che passa dalla mia esperienza lavorativa (anche fatta di errori), senza particolari pretese di esaustività, e a diversi livelli di “astrazione” (dallo strettamente tecnico ad aspetti che riguardano la progettazione più “alta”).

Molti dei temi che tratterò hanno certamente a che fare con la “qualità del software”, con i suoi attributi fondamentali:
Reliability, Efficiency, Security, Maintainability

Nella maggior parte dei casi, le considerazioni espresse riguardano contesti di progettazione/sviluppo “enterprise”, dove l’aspetto “qualitativo” diventa imprescindibile.

Nei prossimi mesi pubblicherò alcuni post, ognuno relativo a una “bad practice”.

Ogni “bad practice” verrà descritta con le seguenti proprietà:

Subject (argomento)
Bad Practice (descrizione sintetica)
Explanation (spiegazione)
Problem (alcuni effetti negativi che si possono verificare)
Fix (quale strada seguire per evitare il problema)
Scope (applicabilità)

Ringrazio le persone con le quali ho avuto la fortuna di collaborare in questi anni, dalle quali ho ricevuto tanti stimoli e spunti e che hanno anche contribuito al consolidamento di queste informazioni.

About the author / 

Salvatore Di Loro

Related Posts

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Instagram

Flickr