“Parental Control” ovvero come far navigare i nostri figli più in “sicurezza”

Security 4 603

Uno dei problemi cruciali dell’utilizzo di internet, soprattutto per i giovanissimi internauti (che ormai sono sempre più precoci, usano internet già dai primissimi anni di vita), è proteggersi da siti e contenuti “non adatti” o malevoli, in cui si può capitare anche inconsapevolmente.

In realtà, proteggersi nella “navigazione” su internet, è un’esigenza che riguarda anche gli adulti, perchè sempre di più la rete viene usata per compiere operazioni delicate, come ad esempio accedere al proprio conto corrente online.

Vorrei premettere una cosa importante. Credo non esista uno strumento di protezione infallibile al 100%, anche perchè la “rete” è una realtà troppo grande e in continua e costante evoluzione. Per questo motivo è sempre consigliabile una vigilanza efficace e “discreta” sui nostri bambini. Uno degli espedienti più semplici è quello di evitare di mettere il pc nella stanza di nostro figlio. Sarebbe invece decisamente meglio avere un “pc familiare” custodito in un ambiente comune della nostra casa.

Premesso ciò, esistono comunque dei rimedi “tecnici”  a disposizione che ci possono aiutare, anche gratuiti.

Al momento ho scelto due strumenti, che uso in sinergia.
L’uno mi serve per proteggere la navigazione “a monte”, cioè già dal mio modem/router, in modo che qualsiasi dispositivo navighi attraverso la mia rete domestica abbia già un primo livello di “filtering”.
L’altro agisce direttamente sul dispositivo (PC, SmartPhone, Tablet) e lo protegge durante la navigazione.

opendns-familyshield

Il primo è “FamilyShield” di OpenDNS (http://www.opendns.com/home-internet-security/parental-controls/opendns-familyshield/).
E’  poco invasivo e si configura molto facilmente.
La configurazione “ideale” si fa sul modem/router adsl (il filtro così è automaticamente operativo su tutti i PC/SmartPhone collegati nella rete domestica), anche se è possibile farlo sul proprio PC. Il funzionamento è molto semplice. Bisogna sostituire gli indirizzi dei propri DNS server (in genere sono due). Di default vengono utilizzati quelli del provider fornitore della nostra connettività (ADSL o mobile).
Sul sito di OpenDNS si trovano anche le istruzioni su come fare questa operazione, per i più diffusi modem/router in commercio (https://support.opendns.com/forums/21618374).
Gli indirizzi dei DNS server di OpenDNS da inserire sono i seguenti:

  1. 208.67.222.123 
  2. 208.67.220.123 

Il filtro opera in modo molto semplice, intervenendo nella risoluzione dei nomi dei siti sui quali si naviga (gli indirizzi mnemonici con i quali accediamo ai vari siti internet, ad es. www.disney.it).
Qualora i nostri bimbi si dovessero imbattere in qualche sito “non adatto” a loro (OpenDNS mantiene una blacklist di siti costantemente aggiornata) verrebbe presentata una pagina di cortesia con il messaggio di “sito bloccato”.

 

K9

Il secondo strumento è K9 (http://www1.k9webprotection.com/).
E’ un tool che deve essere istallato sul proprio PC o sul nostro dispositivo mobile (in questo caso lo dobbiamo istallare su ogni dispositivo della nostra rete domestica).
Ci si registra gratuitamente inserendo un proprio indirizzo di posta elettronica funzionante, anche perchè il codice di attivazione del tool si riceve via posta elettronica.
Per scaricare il tool bisogna prima richiedere gratuitamente una licenza:

http://www1.k9webprotection.com/get-k9-web-protection-free

E poi è possibile scaricare il tool:

http://www1.k9webprotection.com/getk9/download-software

E’ disponibile la versione per Windows e per Mac.
Sull’AppStore se ne trova una versione per iPhone/iPad/iPod, al seguente indirizzo:

http://itunes.apple.com/app/k9-web-protection-browser/id407657840

 

[update]

E’ disponibile anche la versione per Google Android, al seguente indirizzo:

https://play.google.com/store/apps/details?id=com.bluecoat.k9.android

[update]

Vorrei segnalarvi un decalogo per giovani navigatori. Contiene dei consigli molto utili per “muoversi” in sicurezza nella rete.

DECALOGO PER I GIOVANI NAVIGATORI

[update 02/2017]

In occasione del Safer Internet Day 2017 è stata pubblicata l’app di TIM #NavigareSicuri, in collaborazione con la Polizia di Stato. NavigareSicuri è una app gratuita per bambini, genitori ed educatori, per capire  meglio come muoversi consapevolmente e in sicurezza sulla rete e sui social network.
#sid2017 tim.social/appnavigare

#GooglePlay
Sempre più i nostri bambini utilizzano Google Play, da smartphone e/o tablet, per installare le loro app preferite. Vi consiglierei vivamente di utilizzare la configurazione del “Controllo genitori” che permette di “bloccare” le app non adatte ai più piccoli (inserendo anche un PIN che servirebbe eventualmente per lo sblocco). Per utilizzare questa funzionalità è possibile seguire le istruzioni presenti nella pagina https://support.google.com/googleplay/answer/1075738?hl=it

#Youtube
Su Youtube, esiste una modalità per “proteggere” i bambini dalla visualizzazione di video non adatti, chiamata “Modalità con restrizioni”. Per attivarla seguire le istruzioni presenti nella pagina https://support.google.com/youtube/answer/174084?co=GENIE.Platform%3DDesktop&hl=it&oco=1

#GoogleSafeSearch
Google mette a disposizione uno strumento per “filtrare” le ricerche fatte dai bambini sul motore di ricerca, in modo da evitare la visualizzazione della maggior parte dei contenuti per adulti.

È possibile utilizzare SafeSearch come controllo genitori, per tutelare i minori dalla visualizzazione di risultati di ricerca non appropriati su smartphone, tablet o computer.
Per le istruzioni consultare la pagina Google Safe Search

About the author / 

Salvatore Di Loro

4 Comments

  1. LUIGI PAPALEO 16/11/2011 at 13:32 -  Reply

    Caro Salvo,
    casualmente mi trovo nel tuo weblog a leggere le righe sulla protezione parentale che trovo interessanti anche se nel mio casonon dovrebbe piu’ servire, credo tuttavia che anche gli adulti abbiano bisogno di simili controlli specialmente per i videogiochi on-line e per i siti di giochi d’azzardo che aggrdiscono i meno abbienti con fine spesso tragica…
    non mi e’ sfuggita la parola che hai usato “istallare” che non so se usata consciamente, per attirare verso un commento e con me ci sei riuscito, o una svista, quella “n” che manca e fa lavorare male chi deve installare i programmi che tu consigli.
    Ciao
    Luigi Papaleo

    • javabit 17/11/2011 at 01:09 -  Reply

      Carissimo Luigi, intanto sono molto onorato del tuo commento. Sono convinto anch’io che la “navigazione sicura” in rete sia un tema più ampio e credo anche che ogni strumento, come può essere “la rete”, possa essere usato per il proprio e l’altrui bene oppure per il proprio e l’altrui male. E’ bene comunque porsi il problema, e cominciare nel proprio piccolo (anche iniziando dall’ambito familiare) a “discernere” cio che è buono da ciò che è cattivo, e dotarsi di alcuni strumenti che ci possono aiutare in questo. Se ne dovessi trovare/sperimentare degli altri, non mancherò di parlarne sul mio blog. Ti invito anche a condividere eventuali altre osservazioni sul tema, se lo riterrai opportuno.

      Installare o istallare? Si, probabilmente è stata una svista, anche se credo si possano usare entrambi i verbi (il secondo è certamente meno comune).
      Ma se questa è stata la “pietra d’inciampo” che ti ha fatto “fermare” sul mio blog, allora sono contento ;-).

      Approfitto per mandarti un saluto e un arrivederci.
      Grazie,
      Salvo

  2. javabit 29/01/2012 at 19:27 -  Reply

    Ho aggiunto sull’articolo delle considerazioni di “buon senso”, che mi pareva importante precisare. Sono evidenziate in grassetto all’inizio dell’articolo.

  3. Salvatore Di Loro 24/09/2014 at 15:18 -  Reply

    Modificati gli indirizzi dei server DNS di OpenDNS FamilyShield. Gli indirizzi indicati in precedenza sono adesso dedicati al servizio “Live Parental Control” di OpenDNS, che per essere utilizzato deve essere supportato dal proprio router. In questo caso il servizio prevede anche una configurazione del livello di protezione, da un livello base fino ad arrivare alla protezione massima. Gli indirizzi attualmente indicati nel post possono essere utilizzati anche nei router che non supportano la funzionalità di “Live Parental Control” di OpenDNS.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Instagram

Flickr